FotografiaNews

La nuova campagna di Oliviero Toscani

By 29 Giugno 2011 Settembre 24th, 2015 No Comments

Dopo l’ennesima provocazione di Oliviero Toscani, dedicato alle innumerevoli vittime dell’anoressia con la scandalosa e provocatoria immagine della modella Isabella Caro completamente nuda ed esposta al giudizio di tutti, il fotografo si vede impegnato nella nuova campagna contro la chirurgia estetica.

La scelta di Toscani è quella di puntare l’obiettivo, nel vero senso della parola, sull’uso eccessivo della chirurgia estetica e nell’essere di facile accessibilità. Oramai è un must tra le donne, anche, giovanissime del mondo dello spettacolo, passare sotto ai ferri prima del grande o piccolo schermo.

Oliviero Toscani questa volta immortala seni, glutei, volti e qualsiasi parte del corpo che la chirurgia ha modificato fino al totale stravolgimento, per affrontare la tematica dell’insicurezza della donna che i giornali e le televisioni offrono oggi.

Il reportage che sta creando ha lo scopo di raccogliere scatti in grado di smuovere la sensibilità di tutte le donne e spingerle, in qualche modo, a riflettere e a guardarsi allo specchio in maniera diversa.

L’artista sostiene, infatti, che i difetti siano un marchio preciso della personalità e che la chirurgia estetica sia un atteggiamento culturale che permette alle persone di inventare la propria natura. La mostra in progetto ha lo scopo di documentare e fare riflettere.

Toscani in persona ha mandato una lettera aperta a tutte le donne comuni protagoniste o vittime della chirurgia estetica chiedendo apertamente di sottoporsi al suo servizio tramite la seguente frase:

“Cara, l’occhio è molto più veloce e diretto dell’intelligenza e la gente ormai si fida solo di quello che vede. Permettimi di fotografarti, di narrare la tua avventura, di fermare nelle immagini la manipolazione di se stessi. Solo davanti alla verità delle foto spariscono i ragionamenti, non c’è più bibliografia, non ci sono più dibattiti e non valgono più i distinguo. Tu puoi mostrarci dove porta l’ ambizione, che tutti coltiviamo, di sostituirci alla natura”

Chissà in quali scioccanti scatti si ritroverà il fotografo, noi per il momento, rimaniamo in attesa di ammirare i risultati di questa campagna che di sicuro sconvolgerà non meno delle precedenti.