Lettere d’Amore

Pubblicato da | febbraio 28, 2012 | Curiosità | Nessun commento

Chi non ha mai scritto una lettera d’amore? Quelle lettere scritte sulla carta vera, non le fredde e anonime email. Quelle che se ti trema la mano si vede, che se sbagli non puoi più cancellare… Se vi dico che ne ho trovate una serie scritta da personaggi storici e famosi? Certo non vi posto le mie, tranquilli.

Un romanticissimo Beethoven alla sua anonima amata, un’ innamoratissima Frida Kahlo a Diego Rivera, ma anche Michael Jordan adolescente, Jimmy Hendrix e Sid Vicious. Vedere per credere!

E per saperne di più, vederne di più  e leggere i contenuti, andate a questo link!

BEETHOVEN

JIMMY HENDRIX

JOHNNY CASH

FRIDA KAHLO

Leave a Reply

Your email address will not be published.

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

1.252 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress

Ultimi Articoli di

tumblr_m1hxihPMPZ1qhxzoio1_500

Articolo di il 17 aprile, 2012

Tattoos. Il significato dell’indelebilità.

Finalmente l’ho fatto. Un tatuaggio. Per tutti quelli che mi dicevano che non fa male e che è come farsi una ceretta, voglio rispondere che FA MALE. punto e basta.... (continua)

Schermata-2012-04-10-a-14.43.04

Articolo di il 10 aprile, 2012

Amore tra i Font. Semplice Type Connection.

Immaginate che i Font siano esseri viventi, dotati di anima e di un proprio carattere. Ed immaginate che per loro, come per noi, sia normale innamorarsi e trovare l’altra metà.... (continua)

tumblr_m0sguooLGz1rrckjho1_500

Articolo di il 3 aprile, 2012

Come vorrei tornare bambina…

Come vorrei una macchina del tempo per poter tornare a quando ero bambina… Inciampare, cadere, addormentarsi, mangiare, sputare, piangere e urlare senza alcuna conseguenza. Se lo facessi ora mi prenderebbero... (continua)

tumblr_m1e8z4Vn8j1r4h236

Articolo di il 27 marzo, 2012

L’arte in microonde. Microwhat???

Il microonde è u attrezzo infernale. Tanto rapidamente scalda, tanto rapidamente la pietanza si raffredda, tanto è caldo fuori, tanto è freddo dentro! E per non parlare dell’effetto sul pane,... (continua)